Category:Alpine Wall

From Wikimedia Commons, the free media repository
Jump to: navigation, search
Italiano: Il Vallo Alpino in Italia (noto anche come Vallo Alpino del Littorio), è un sistema di fortificazioni formato da opere di difesa (bunker), voluto da Mussolini e costruito durante il ventennio fascista prima della seconda guerra mondiale per proteggere il confine italiano dai paesi limitrofi (cioè Francia, Svizzera, Austria e Jugoslavia). Interessa quindi le regioni Liguria, Piemonte, Valle d'Aosta, Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia. Alla fine della Seconda Guerra Mondiale la maggior parte delle opere del Vallo Alpino Occidentale rimaste in territorio italiano vennero demolite (1948). Si salvarono invece dalla distruzione quelle che passarono in territorio francese, che furono però disarmate e spogliate di ogni parte recuperabile e lasciate all'abbandono. Si salvarono anche le opere del Vallo Alpino Orientale che entrarono in possesso della Jugoslavia per la cessione di parte del territorio del Friuli-Venezia Giulia ad essa. Con la guerra fredda si ebbe una nuova esigenza di difendere l'Italia da eventuali aggressioni dall'oriente, che portò a una nuova valorizzazione delle opere fortificate rimaste, ed alla costruzione di nuove opere a ridosso della nuova frontiera. Il progetto fu finanziato dalla NATO. Questa nuova idea difensiva prevedeva che al confine con l'Austria venissero riutilizzate le opere già esistenti della Seconda Guerra Mondiale, mentre sul confine con la Jugoslavia si sarebbe dovuta costruire una nuova linea di difesa per rimpiazzare quella rimasta oltre frontiera. La fine del Vallo Alpino si è avuta a seguito della caduta dell'Unione Sovietica e delle variazioni nei paesi del Patto di Varsavia, che segnò il termine dell'ipotetica minaccia che poteva irrompere da oriente.
English: Category of images from the Alpine Wall in Italy.
Deutsch: Kategorien uber der Alpenwall in Italien.
Slovenščina: Kategorija o Alpskem zidu v Italiji.

Subcategories

This category has the following 9 subcategories, out of 9 total.

A

C

F

G

S

W