File:Apparecchio fotografico a sviluppo rapido, a soffietto, a controllo manuale - Museo scienza tecnologia Milano 09759.jpg

From Wikimedia Commons, the free media repository
Jump to navigation Jump to search
Original file(1,280 × 853 pixels, file size: 312 KB, MIME type: image/jpeg)
Author
Polaroid Corporation (costruttore), Zeiss Ikon (costruttore)
Title
apparecchio fotografico a sviluppo rapido, a soffietto, a controllo manuale - Polaroid Electric Eye 900.
Description
Italiano: Apparecchio fotografico pesante, a sviluppo verticale, di forma parallelelepipeda in metallo con bordi arrotondati Ad un'estremità è fissata una maniglia in cuoio per il trasporto e l'impugnatura Sul lato lungo di destra è fissato un mirino con telemetro. È inoltre presente un esposimetro costituito da una cellula fotoelettrica che regola automaticamente i tempi di esposizione Accanto è inserita una slitta per il posizionamento di un flash esterno Aprendo lo sportello anteriore, incernierato nel lato inferiore, è possibile estrarre il soffietto in tessuto e pelle grigia, libero di scorrere su due guide metalliche posizionate nell'interno dello sportello stesso. Per far scorrere il soffietto occorre agire sull'apposita rotella posta sullo sportello. Lo sportello è mantenuto aperto da due tiranti in metallo Il soffietto termina con un telaio in metallo sul quale è posizionato il porta obiettivo in metallo La lettura della distanza di ripresa può avvenire rispetto ad una scala graduata fissata sull'interno del coperchio che riporta le distanze da 3 1/2 ft a infinito Lo sportello aperto poggia su una linguetta in metallo estraibile. Sullo sportello è presente un foro filettato per il posizionamento su un cavalletto Sul porta obiettivo sono inseriti quasi tutti i dispositivi d'uso Inferiormente si trova un selettore a slitta per la sensibilità della pellicola ( da 50 a 6000 ASA in modalità elettrica, da 10 a 23 EV in modalità manuale) Mediante un dispositivo a slitta posto superiormente si regolano le condizioni di ripresa secondo posizioni prestabilite (esterno, interno, interno con illuminazione) Lateralmente, a destra, si trova la leva di carica dell'otturatore Sotto al porta obiettivo, sullo sportello sono inseriti due pulsanti per lo scatto dell'otturatore da premere contemporaneamente La parete posteriore dell'apparecchio è incernierata sul lato sinistro e apribile Sbloccato il fermo metallico posto anteriormente l'apparecchio si apre per il cambio del caricatore contenente le pellicole con l'apposito spargi-reagente Sul lato sinistro del dorso è inserita una levetta rossa per il rilascio della pellicola (che permette di tirare la linguetta per lo sviluppo) Sulla parete posteriore si trova uno sportello apribile per l'estrazione della stampa sviluppata Su questo sportello è inserita una tabella con le istruzioni d'uso dell'apparecchio.
Funzione

Apparecchio fotografico a sviluppo rapido per usi professionali Di semplice impiego produce, in pochi minuti, stampe positive stabili a colori o in bianco e nero di formato 8,3x10,8cm (con area impressa 7.2 x 9.5 cm). Non si ha il negativo. Per ogni pellicola (serie Polaroid 40) si potevano realizzare 8 stampe.

Modalità d'uso

Innanzi tutto si prepara l'apparecchio per l'uso: si apre lo sportello, si estrae il soffietto e lo si posiziona alla distanza desiderata guardando nel mirino per la messa a fuoco Si seleziona la modalità d'uso (elettrico o manuale), la velocità della pellicola, le condizioni di ripresa Si abbassa la leva di carica dell'otturatore e si scatta lentamente Spostando la levetta rossa sul retro si rilascia la pellicola e si può tirare la linguetta per attivare lo sviluppo. Tirando la linguetta la pellicola avanza sul fotogramma successivo Tirare con decisione fino a che la linguetta si ferma. Se la linguetta non si muove spostare nuovamente la levetta rossa o aprire e richiudere lo sportello posteriore Aspettare il tempo di sviluppo necessario Aprire lo sportello posteriore per estrarre la fotografia sviluppata Coprire la stampa con il Polaroid Print Coater (vernice protettiva) fornito con la pellicola.

Notizie storico-critiche
Il supporto iniziale delle pellicole Polaroid a sviluppo istantaneo venne brevettato e registrato nel 1929 (Brevetto 1918848) dalla Polaroid Corporation e sviluppato successivamente nel 1932 da Edwin H. Land La prima fotocamera a sviluppo istantaneo risale al 1947, anno in cui Edwin Land presentò la Polaroid Instant Camera all'Optical Society of America Fino al 1963 erano possibili solo stampe in b/n, da quella data divennero disponibili anche stampe istantanee (circa 60 secondi) a colori Se le prime fotocamere istantanee erano pesanti e ingombranti, solo per immagini in b/n e con problemi di stabilità nel tempo, ben presto divennero più leggere, più semplici da usare e con minori problemi di stabilità e di inquinamento (le prime fotocamere istantanee producevano un negativo da buttare al momento poi si introdusse l'uso di caricatori contenenti più pellicole) Nel 1972 la Polaroid introdusse sul mercato la prima reflex monoculare a sviluppo rapido con batteria incorporata nel caricatore Dal 1985 anche la Kodak cominciò a produrre apparecchi a sviluppo istantaneo e gli affari della Polaroid iniziarono ad andare male. La polaroid fece causa alla Kodak, vincendo. La Kodak dovette ritirare dal mercato i suoi apparecchi a sviluppo rapido Dal febbraio 2008 le pellicole Polaroid a sviluppo istantaneo non vengono più prodotte. Oggi le fotocamere a sviluppo istantaneo Polaroid sono state sotituite dalle nuove Zink che contengono una piccolissima stampante a colori che opera su una carta fotografica particolare, fatta di pigmenti critallini che si colorano grazie a un processo termico Questa fotocamera fa parte della serie delle Land Polaroid Camera che utilizzano pellicole in rullo Serie 40 Questo modello è stato il primo ad avere esposizione automatica con esposimetro a fotocellula ed otturatore controllato elettronicamente (Electric Eye).
Date between 1960 and 1963
date QS:P,+1960-00-00T00:00:00Z/8,P1319,+1960-00-00T00:00:00Z/9,P1326,+1963-00-00T00:00:00Z/9
Medium tessuto
Dimensions Height: 25 cm (9.8 in); Width: 145 cm (57 in)
dimensions QS:P2048,25U174728;P2049,145U174728
Weight: 22 kg (48.85 lb)
Accession number
9759
Object history Sealed Air. S.r.l.
References
  • Williamson D. () Comprehensive Guide for Camera Collectors, Atglen, USA, pp. 158-160
  • Price Guide () Price Guide to Antique & Classic Cameras 1995 - 1996, Grantsburg, USA, p. 357
  • Hedgecoe J. () Fotografare : tecnica e arte, Milan, pp. 222-223
Source/Photographer Catalogo collezioni (in it). Museoscienza.org. Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci, Milano.
Permission
(Reusing this file)
w:en:Creative Commons

attribution share alike

This file is licensed under the Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 International license.
You are free:
  • to share – to copy, distribute and transmit the work
  • to remix – to adapt the work
Under the following conditions:
  • attribution – You must attribute the work in the manner specified by the author or licensor (but not in any way that suggests that they endorse you or your use of the work).
  • share alike – If you alter, transform, or build upon this work, you may distribute the resulting work only under the same or similar license to this one.

File history

Click on a date/time to view the file as it appeared at that time.

Date/TimeThumbnailDimensionsUserComment
current07:20, 21 May 2016Thumbnail for version as of 07:20, 21 May 20161,280 × 853 (312 KB)Federico Leva (WMIT) (talk | contribs){{ICCD TRC | institution = {{institution:Museoscienza}} | permission = {{cc-by-sa-4.0}} | BIB3D = 1976 | RSR1 = Brenni, Paolo | NSC = Il supporto iniziale delle pellicole Polaroid a sviluppo istantaneo venne brevettato e registrato nel 1929 (Brevett...
  • You cannot overwrite this file.

There are no pages that link to this file.

File usage on other wikis

The following other wikis use this file:

Metadata